VI CONGRESSO INTERNAZIONALE DELLA LINGUA SPAGNOLA A PANAMA

Atlas sonoro del español – (Fernando Vicente)

Più di 200 esperti e scrittori si ritroveranno fino a mercoledì a Panama per il  VI Congreso Internacional de la Lengua Española  e fare il punto su una lingua parlata da ormai 500 milioni di persone.  E’ una lingua ricca e in piena evoluzione, e come la definisce El Pais:”lengua polifónica, policéntrica y en expansión”.

Un articolo di Sabogal sul EL PAÍS  lancia l’iniziativa di un “Atlante sonoro della lingua spagnola”:

“EL PAÍS ha pedido a 20 escritores del mundo hispanohablante, más Estados Unidos, que den el pie para crear un Atlas sonoro de las palabras más autóctonas del español. Narradores, poetas y ensayistas han elegido el vocablo que consideran que refleja mejor su país para que los internautas continúen con sus propuestas en el blog Papeles perdidos.”

 

EL PAÍS ha quindi chiesto a 20 scrittori spagnoli e latinoamericani di scegliere una parola che secondo loro riflette nel modo migliore il loro paese.

Mi ha colpito il termine particolare proposto dallo scrittore cileno Antonio Skármeta (l’autore de Il postino di Neruda” vedi post precedenti). Ha scelto la parola cilena “PATIPERRO”. ( da “patiperrear”:  , termine cileno per vagabondare, girovagare) perchè rappresenta la tendenza dei cileni a lasciare il proprio paese per inseguire sogni o per necessità. Come ha spiegato lo scrittore, la conformazione stessa del Cile, stretto tra il mare e le Ande, spinge  i suoi abitanti a rompere i limiti, ad andare oltre:

 “Encerrados en una tierra estrecha entre el mar y la cordillera de los Andes queremos romper límites, curiosear. El patiperreo con el lenguaje nos ha dado grandes poetas.”

 

Questo originale Atlante coincide anche con la presentazione a Panama del’edizione digitale del Diccionario de Americanismos, pubblicato dalla RAE e dall’associazione di 22 Academias de la Lengua.  Questa versione è disponibile per la consultazione gratuita in rete e contiene più di 70.000 entrate e circa 120.000 sinonimi, accezioni e varianti. Davvero prezioso!

 

Precedente BACK FROM IRELAND Successivo IL DIFFICILE LAVORO DEL TRADUTTORE: "A WAR OF WORDS"