Un manoscritto inedito di Charlotte Brontë

Charlotte Brontë

Condivido una notizia pubblicata dal giornale inglese The Guardian in cui si parla della scoperta di un racconto  e una poesia inedite di Charlotte Brontë (1816-1855)una delle tre sorelle  Brontë (Emily,1818-1848 e Anne,1820-1849). Charlotte è  conosciuta sopratutto per  Jane Eyre. L’articolo del giornale inglese rivela una vocazione letteraria precoce di Charlotte che, già a 17 anni, compose il racconto da poco ritrovato. Il manoscritto è anche uno dei pochi beni che la madre, Maria Brontë, lasciò quandò morì.

All’inizio la famiglia  Brontë vendette il libro alla morte del padre di Charlotte nel 1861. L’opera viaggiò poi dall’Inghilterra agli Stati Uniti, acquistata da un collezionista. Alla fine di quest’anno è giunta al  Brontë Parsonage Museum a Haworth ed è stata acquisita dalla  Brontë Society.

Sia il contenuto del racconto che la poesia ritrovati hanno una relazione con quel mondo di fantasia immaginato da Charlotte e dal fratello Branwell:

Both pieces of work relate to the fantasy world of Angria imagined by Charlotte and her brother Branwell in a series of tiny books. “It played a huge part in their lives,” said Dinsdale. “Everything they read and everyone they met in Haworth fed into their imaginary world.” (The Gurdian by Alison Food)

Si tratta quindi di un manoscritto importante per comprendere l’opera e l’evoluzione letteraria di Charlotte Brontë.

Precedente Festivaletteratura Mantova 2015 Successivo UNA PORTA APERTA di Alessia Balan