LORCA E DALI’, LETTERE DI AMICIZIA E SEDUZIONE

Salvador Dalì – F.G.Lorca

Querido Salvador, Querido Lorquito (Elba) uno studio del giornalista Víctor Fernández riunisce per la prima la relazione epistolare tra il poeta spagnolo Federico García Lorca (1898-1936) e il pittore surrealista Dalì (1904-1989)  rivelando un insieme di amicizia, letteratura, arte e seduzione.

El Pais dedica un esteso articolo a questa nuova pubblicazione. I due artisti spagnoli si conobbero nella Residencia de Estudiantes di Madrid:

La relación entre estos dos genios se dio, con altibajos, entre 1923 y 1936, y dio pie, colaboraciones artísticas aparte, a un intenso epistolario, una particular conversación iniciada en 1925.

Víctor Fernández ha riunito la corrispondenza che Lorca mantenne anche con il padre e la  sorella di Dalì, Ana  María e con Lidia. Sono però sopravvissute ancora quaranta lettere scritte dal pittore a Lorca, mentre sono rimaste solo sette lettere di Lorca a Dalì. La spiegazione sembra si trovi  in un certo atteggiamento ostile nei confronti di Lorca sia da parte della sorella di Dalì, che della moglie.

Fernández cree que la explicación a la diferencia aparece si se busca a la mujer. En este caso, a dos: “Una es Ana María, que vendió mucho material de archivo de su hermano tras la Guerra Civil; la otra es Gala, que por celos destruyó otras muchas; entre los papeles de García Lorca ha sido hallada una anotación que reza: “Gala no me gusta”.

 

No hay nada explícito en las cartas. (…)  Continua a leggere

FEDERICO GARCÍA LORCA, UN POETA A NEW YORK

Federico García Lorca (1898-1936)

Federico García Lorca è uno degli autori che amo di più della letteratura spagnola e di cui sempre mi ha stupito la grande forza innovativa, la particolare sensibilità e l’apporto che ha saputo dare, nella sua breve vita, alla letteratura, non solo in lingua spagnola. Eppure in soli 38 anni Lorca  è riuscito a essere pianista, disegnatore, e poi soprattutto poeta e drammaturgo.

Il giornale the Guardian dava la notizia ieri dell’apertura il 5 aprile a New York, alla Public Library, della più grande mostra dedicata all’opera di Lorca negli Stati Uniti. La scelta di New York non è casuale. Il 12 luglio 1936, Lorca  lasciò sul tavolo del suo editore José Bergamín a Madrid,  il manoscritto della sua raccolta di poesie dal titolo Poeta a New York ( Poeta en Nueva York) Continua a leggere